Novità Sito

Grande scoperta italiana sulla schizofrenia: I neuroni a specchio.

Clicca qui per leggere l'articolo

News
  • 13 Gennaio.Napoli. Giuseppe Antonucci di 54 anni, spara alla ex mogliie ed al compagno della stessa. Lo strano è che Antnucci era uscita anni fa dal Manicomio Giudiziario, dove era chiuso, perchè nel 1993 aveva ucciso a coltellate la giovane moglie di 22 anni e aveva ferito suocera e cognato.

    Leggi tutto...
  • 12 Gennaio.  Roma. E' stata arrestata una donna 30enne di Napoli che, all'Ospedale del Bambin Gesù, somministrava di nascosto psicofarmaci alla figlia di 3 anni, mettendola in pericolo di vita per arresto cardiocircolatorio.

    Leggi tutto...
  • 10 Gennaio. Volterra. L'anno comincia nel solito modo. Daniela Marzetti, schizofrenica grave con deliri di persecuzione contro la madre, investe volontariamente ed uccide la madre di 70 anni e la zia di 75, mentre

     

    Leggi tutto...
Chi è online
 56 visitatori online
Login
Effettua il login



L’aumento di mortalità causato dalla 180

L’introduzione della 180 si è tradotto in una dato statistico oggettivo? In altre parole è possibile dimostrare che la 180 ha portato un aumento di morti tra i malati di mente?   Certamente e l’aumento è stato estremamente rilevante.

Riportiamo qui di seguito due grafici.

Il primo grafico è tratto dai dati ufficiali del Ministero degli Interni sulle varie tipologie di mortalità. Abbiamo preso i dati delle morti per malattia mentale , dei suicidi e delle morti violente negli anni dal 1973 al 1996.

Si vede chiaramente come, mentre i suicidi sono relativamente stabili e le morti violente sono in  leggera discesa, le morti per malattia mentale hanno dal 1980, subito un inaspettato incremento che le ha portate  a passare da 6.500 circa nel 1973 ad oltre 19.000 nel 1996.

Cliccate sull'immagine per ingrandirla

Si potrebbe però obbiettare che la mortalità per malattia mentale potrebbe essere aumentata anche negli altri paesi.   Se –come diceva Basaglia –è frutto dell’ambiente sociale, tutto il mondo moderno e civilizzato dovrebbe risentire di un aumento della patologia e quindi della mortalità.

Niente affatto.  Nel secondo grafico riportiamo i dati ufficiali dello WHO (la World Health Organisation)  dei morti per malattia mentale in Italia, in Europa ed in alcuni paesi europei.  Tra l’altro da questi dati sono esplicitamente escluse le uniche patologie che sembrano in incremento: l’Alzheimer e le altre malattie neurologiche degenerative.

Ebbene come potete vedere l’Italia è l’unico paese europeo in cui la mortalità dei depressi, degli schizofrenici e dei malati di mente è aumentata di ben 6 volte dopo il 1980.

Negli altri paesi ha avuto un modesto incremento medio di solo due volte.



Cliccate sull'immagine per ingrandirla

E’ evidente quindi che in Italia vi è qualcosa di diverso e di molto più sfavorevole, rispetto agli altri paesi, alla sopravvivenza dei malati di mente. E questa diversità, ideologica, normativa e comportamentale,   può essere solo la 180.

Vediamo di quantizzare il fenomeno con altri dati.
Ogni anno i giornali riportano 50-60  fatti di sangue in cui sono coinvolti o come vittime o come carnefici, i malati di mente.   In realtà, come già detto, sono molti di più. Riferiamoci - per comodità - ai dati del 2005 sull’omicidio volontario in Italia (studio Eures).  Per quanto riguarda l’omicidio, si hanno,  in questo anno,  601  omicidi. Da notare, tra l’altro, come si siano notevolmente abbassate le morti violente rispetto al 1996: da 29.000 a 601. La spiegazione è molto semplice: sono cessate le guerre della criminalità organizzata, probabilmente per la vittoria di uno dei contendenti.  Da questa diminuzione ne scende, tra l’altro, che la maggioranza oggi degli omicidi avviene in famiglia: sono 174.   Tra questi i  motivi passionali sono la maggioranza: 45 casi.  Subito dopo vengono 39  casi, da addebitare  alla malattia psichica,  o dell’attore o della vittima. Si potrebbe però pensare che sia un inevitabile scotto da pagare nei riguardi di una malattia grave e pericolosa.    Non è così. L’esplosione di violenza di uno schizofrenico è sempre, di norma, preceduta ed annunciata da una serie di chiarissimi indizi.    E’ molto raro  l’omicidio di uno psicotico non prevedibile e non previsto.
I casi come quello  del Carretta che –schizofrenico neanche  diagnosticato come tale – uccide a freddo e di nascosto, i genitori ed il fratello, sono estremamente rari. L’omicidio dello psicotico è nel 99% dei casi generato dalla persistente e costante mancanza di cure e di attenzione da parte dei sanitari.   E’ il più grave frutto bacato della 180 e della stupida ideologia (la malattia mentale non esiste) che la sottintende.    Un altro  fenomeno potenziato ed aumentato dalla  180 è quello degli psicotici suicidi.   Vi  è una media di 3.000 suicidi all’anno  in Italia.   Anche se le cause del suicidio non sono sempre ben conosciute, si deduce dai verbali di polizia che circa il 90% dei suicidi è riconducibile a malattie mentali, in particolare depressione maggiore e schizofrenia. In questo caso non è realistico  dire che cure efficaci possono annullare il fenomeno, come è sicuramente nel caso degli omicidi: i suicidi dello schizofrenico avvengono a volte proprio quando la persona è cosciente del suo stato.   Però cure efficaci possono senz’altro ridurlo.  I depressi gravi , anni fa, si suicidavano nell’80% dei casi. Dopo la scoperta degli antidepressivi tale percentuale è crollata al 10-15%.        Gli schizofrenici non hanno avuto in Italia, a causa della 180, tale benefico effetto.   Si pensa che gli schizofrenici rappresentino circa il 50 % dei suicidi e che la metà di loro si suicidi per mancanza di cure adeguate.

Secondo queste valutazioni  la 180 causa quindi mediamente, in Italia,  850-900  morti all’anno.  Il che tra l’altro è sicuramente ottimista: l’aumento indicato dalle statistiche è molto superiore.


Di seguito troverete:
-    La cronaca –tratta dei Giornali- del 2006, 2007,2008 e 2009
-    Un riassunto dei più eclatanti fatti di sangue dal 1980 al 2005

Commenti

Effettua il login per inviare commenti o risposte
 
Schizofrenia e Psicosi

Schizofrenia e psicosi. Conoscerle, combatterle, curarle. Il libro che tutti i malati ed i familiari dovrebbero avere.
Un quadro completo ed esauriente di tutto quello che si sa sulle malattie, di come si possono curare, di come ci si deve  comportare nelle circostanze più difficili. Specie in quelle di cui nessuno Vi ha mai parlato.

Clicca qui per saperne di più

Survival Pack

L'Associazione Vittime della 180 mette a disposizione dei Malati e dei Familiari il prezioso "Survival Pack" che Vi permetterà di sopravvivere il meglio possibile alla 180 ed ai suoi scherani.

Registrati o esegui il login poi scarica il survival pack dal menu utente

Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi134
mod_vvisit_counterIeri173
mod_vvisit_counterQuesta Settimana475
mod_vvisit_counterQuesto Mese3700