Novità Sito

Abbiamo istituito un forum attraverso il quale gli utenti registrati possono interagire con il nostro sito.
- Lo psichiatra risponde
- L'avvocato risponde
- L'esperto risponde

Clicca qui per accedere al forum

News
  • 13 Gennaio.Napoli. Giuseppe Antonucci di 54 anni, spara alla ex mogliie ed al compagno della stessa. Lo strano è che Antnucci era uscita anni fa dal Manicomio Giudiziario, dove era chiuso, perchè nel 1993 aveva ucciso a coltellate la giovane moglie di 22 anni e aveva ferito suocera e cognato.

    Leggi tutto...
  • 12 Gennaio.  Roma. E' stata arrestata una donna 30enne di Napoli che, all'Ospedale del Bambin Gesù, somministrava di nascosto psicofarmaci alla figlia di 3 anni, mettendola in pericolo di vita per arresto cardiocircolatorio.

    Leggi tutto...
  • 10 Gennaio. Volterra. L'anno comincia nel solito modo. Daniela Marzetti, schizofrenica grave con deliri di persecuzione contro la madre, investe volontariamente ed uccide la madre di 70 anni e la zia di 75, mentre

     

    Leggi tutto...
Chi è online
 53 visitatori online
Login
Effettua il login



Oggi ha 39 anni. Si è ammalato più o meno 16 anni fa. Gli è stata diagnosticato un disturbo bipolare, cioè una depressione che si alterna a fasi di euforia maniacale.  Ha frequentato il Centro Psicosociale della zona dell’hinterland milanese, dove abita. E’ stato ricoverato più volte in trattamento Sanitario Obbligatorio in Ospedale. E’ stato per circa una mese nel CRT, la Comunità della zona, ma non ha voluto rimanervi.  Vive con i genitori, pensionati. Le due sorelle sono per loro fortuna, uscite da tempo di casa. La vita in famiglia è sempre stata difficile:  a periodi di relativa calma si seguivano periodi di tensioni , di liti, di maltrattamenti nei riguardi dei familiari. Da qualche anno la sintomatologia si è aggravata: non sembra più semplicemente depresso. Le sue manifestazioni si sono caricate di maggior violenza, di una più decisa volontà di colpire, di maltrattare. Qualche anno fa ha tentato di incendiare la casa.   Ha subito una prima denuncia ed un processo.

Alla fine di gennaio si fa ricoverare all’Ospedale : si sente tormentato ed angosciato. Dopo qualche giorno lo dimettono: secondo i medici si è rimesso e sta bene. I genitori però vanno al CPS a denunciare che il figlio è minaccioso e delirante. Vengono allontanati come persone che fanno inutilmente perdere tempo. Una vicina però fa un esposto ai carabinieri, a cui il malato è ormai anche troppo noto. Il 10 febbraio, mentre è solo in casa con la madre, le butta sulla faccia una pentola di olio bollente la accoltella ripetutamente e cerca di strangolarla. Convinta di averla uccisa si pulisce, si riveste ed esce. Incontra il padre e gli grida che la mamma è stata aggredita, non si sa da chi.    Arrestato confessa dopo un giorno di negazioni e di pianti. Dice anche che da almeno un anno meditava di uccidere il padre e la madre che non gli davano la casa.

E’ quindi in delirio di persecuzione da parecchio tempo. Possibile che fosse ancora considerato e trattato come un depresso?

Commenti

Effettua il login per inviare commenti o risposte
 
Schizofrenia e Psicosi

Schizofrenia e psicosi. Conoscerle, combatterle, curarle. Il libro che tutti i malati ed i familiari dovrebbero avere.
Un quadro completo ed esauriente di tutto quello che si sa sulle malattie, di come si possono curare, di come ci si deve  comportare nelle circostanze più difficili. Specie in quelle di cui nessuno Vi ha mai parlato.

Clicca qui per saperne di più

Survival Pack

L'Associazione Vittime della 180 mette a disposizione dei Malati e dei Familiari il prezioso "Survival Pack" che Vi permetterà di sopravvivere il meglio possibile alla 180 ed ai suoi scherani.

Registrati o esegui il login poi scarica il survival pack dal menu utente

Visite
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi95
mod_vvisit_counterIeri144
mod_vvisit_counterQuesta Settimana239
mod_vvisit_counterQuesto Mese3177