VITTIME DELLA 180
Le testimonianze che mostrano come la 180 sia inefficienza, crudeltà, sfruttamento, superstizione

Suggerimenti su come interagire con sorella bipolare e psicotica

Home Forum Lo psichiatra risponde Suggerimenti su come interagire con sorella bipolare e psicotica

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a -2 (di -2 totali)
  • Autore
    Post
  • #1276
    Anna Catalani
    Partecipante

    Salve ho lasciato un post sul forum una settimana fa ma non ho ricevuto alcuna risposta. Avrei bisogno di suggerimenti sul come gestire e minimizzare l’impatto delle crisi di mia sorella bipolare e psicotica. Pur vivendo all’estero da 20 anni mia sorella mi tortura ogni giorno per telefono. Potrei non rispondere ai messaggi ma temo per mia madre anziana che vive con lei: con cui e’ stata violenta spesso e con cui ha un rapporto di odio e amore (ultimamente piu’ di odio). HO comperato il libro suggerito sul sito ed e’ relativamente utile. Avrei bisogno di consigli pratici sul cosa fare quando mia sorella parte in quarta con: 1) ricordi alternativi (si e’ costruita una sua realta’ in cui seleziona ed isola frasi dette o gesti fatti da noi familiari e costruisce la ‘sua’ storia in cui e’ la vittima) attraverso i quali si sente libera di attaccarmi con dei messaggi a dir poco diabolici; 2) come limitare o gestire l’ansia che questi messaggi provocano. Se la blocco sul cellulare, chiama mio marito o i vicini di casa per poi assalirmi piu’ di prima.
    Mia sorella inoltre non mi permette neanche di parlare con mia madre (fa da gatekeeper) ed e’ violenta nelle parole e nelle azioni. Purtroppo lei e mia madre vivono nel sud italia, in un paese molto piccolo dove non ci sono ne’ psichiatri ne’ psicologi disponibili a fare qualcosa. Spero di poter avere una risposta. Grazie, Polvere 50

    #1278

    In ultima analisi deve rimediare un medico che possa fare un TSO a sua sorella in modo che venga ricoverata in un SPDC (reparto di psichiatria): puo’ essere il medico di base, il medico del Centro Psicosociale a cui afferisce la zona dove abita, ad un qualsiasi medico anche privato.
    Ma e’ una pz seguita dai servizi sociali, e’ in cura presso uhn CPS !? …. se cosi’ sono loro i primi ad essere chiamati richiedendone l’intervento anche solo domiciliare per comprendere la situazione reale.

    #1279
    Anna Catalani
    Partecipante

    Grazie per la risposta. No nessuno segue mia sorella. La mia famiglia si e’ sempre opposta a qualsiasi tipo di trattamento (l’omerta’ meridionale) e sia mia madre, che vive con lei che mia sorella minore (che vive nel nord Italia) sono contrarie a qualunque tipo di intervento. In piu’ mia sorella bipolare e’ stata operata di cancro l’anno scorso e probabilmente lo shock (ha fatto una isterectomia), la morte di mio padre e gli effetti postumi della chemio hanno fatto peggiorare le crisi che ora sono ingestibili. Per il cancro non ha fatto piu’ i controlli ed ovviamente accusa me per questo perche’ ‘non le sono vicina con il cuore’. Anche se chiamassimo i servizi sociali (e dovrei chiamarli io dall’Inghilterra) non interverrebbero concretamente per non ‘offendere’ mia madre. Inoltre mia sorella e’ furba: non andrebbe in escandescenza davanti ad estranei. Per quanto mi riguarda devo solo capire come posso potreggere me.

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a -2 (di -2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.