VITTIME DELLA 180
Le testimonianze che mostrano come la 180 sia inefficienza, crudeltà, sfruttamento, superstizione

comunita’ terapeutica

Home Forum L’esperto risponde comunita’ terapeutica

Stai visualizzando 4 post - dal 1 a -1 (di -1 totali)
  • Autore
    Post
  • #735
    mauro
    Partecipante

    Buonasera,dr Dal Buono.
    Mio figlio ha 20 anni e quest’anno ha dovuto fare due tso.Prima in spdc poi in clinica psichiatrica.Tre mesi il primo ricovero e tre mesi il secondo che si e’ reso necessario perche’ la terapia con cui era stato dimesso dal primo non era efficace.Ho conosciuto un ottimo psichiatra che ha trovato la giusta terapia ed ora sta’bene (non ha piu’ il delirio e le allucinazioni uditive denigratorie di prima).ora il problema e’ trovare posto in una comunita’ dove possa fare un recupero nella socializzazione altrimenti non ha la possibilita’ di ulteriori miglioramenti.Come devo fare? a chi mi devo rivolgere?Non e’ possibile che il sistema sanitario non si occupi di un ragazzo della sua eta’.
    p.s. Ho letto il suo libro sulla schizofrenia e le psicosi e l’ho trovato illuminante.Grazie di cuore, Mauro

    #736
    ldalbuono
    Amministratore del forum

    Mauro,
    grazie per l’apprezzamento del mio libro. Spero che possa essere utile a Lei e a molti altri genitori. Sicuramente il suo ragazzo dovrebbe e potrebbe essere ricoverato in una comunità. Ma intanto c’è da chiedersi se lui accetta.
    Supponendo che accetti, bisogna che la struttura che lo ha in cura decida per un ricovero riabiliitativo. E qui, ovviamente i genitori possono fare molto. Ma lei non mi ha detto se il ragazzo è in cura presso la struttura pubblica o è curato privatamente. E poi di dove siete? Come mai ha fatto distinzione tra SPDC e clinica psichiatrica? Il TSO può essere fatto (così almeno è la prassi) solo in una struttura pubblica.

    #737
    mauro
    Partecipante

    Viviamo a Roma.Lo psichiatra lo segue privatamente (e’ un docente universitario).
    Purtroppo il DSM di zona non ci ha soddisfatti,la terapia del primo ricovero la seguivano loro e nonostante noi dicevamo che non andava bene, hanno continuato con quella. Grazie

    #738
    ldalbuono
    Amministratore del forum

    Mauro,
    comunque, anche se il successo terapeutico è dovuto ad uno psichiatra privato, occorre tenere presente che alcune cose si possono fare solo con la ASL. Ad esempio se non volete pagare voi una comunità, dovete rivolgerVi alla struttura psichiatrica pubblica. Certamente, come ha detto il dott.Mauri, la struttura migliore è una comunità in Svizzera. Ma quanto Vi costerebbe?
    Se non Vi è possibile sostenre la spesa, occorre cercare di obbligare la struttura pubblica ad interessarsi del ragazzo. Eventualmente cercate di cambiare DSM (Dipartimento di Salute Mentale) andando, magari, in quello universitario dove lavora lo psichiatra che cura Suo figlio. Con l’aiuto di un Avvocato si può. Insomma, oggi, in Italia ed in psichiatria, con la struttura pubblica bisogna convivere.

Stai visualizzando 4 post - dal 1 a -1 (di -1 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.