VITTIME DELLA 180
Le testimonianze che mostrano come la 180 sia inefficienza, crudeltà, sfruttamento, superstizione

Vittime della 180

Dimostrare che la legge 180 è dannosa e, spesso, omicida

Responsabilità e obbligo sorveglianza

Home Forum L’avvocato Risponde Responsabilità e obbligo sorveglianza

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a -2 (di -2 totali)
  • Autore
    Post
  • #4740
    cate68
    Partecipante

    Buongiorno, avrei alcuni dubbi di natura legale a cui non sono ancora riuscita a trovare risposta. Sono la mamma di una ragazza di 17 anni attualmente ricoverata in comunità terapeutica, dove è sorvegliata quasi costantemente per ripetuti gesti autolesionisti e tentativi di suicidio, in possesso di legge 104 art. 3 co. 3, di cui si dovrebbe nominare un amministratore di sostegno. In caso che ai 18 anni voglia tornare a casa, i genitori sono tenuti a sorvegliarla h24 come in comunità e sono responsabili per eventuali danni che possa causare a se stessa o ad altri, in caso che la lascino da sola, sapendo i suoi problemi? Visto che non migliora e che in comunità è un costo non indifferente per il servizio sanitario, i servizi cominciano a dirci che potrebbe stare a casa, basta che nascondiamo gli oggetti taglienti e la candeggina (come se potesse bastare: ha smontato mobili per ricavare corpi estranei da ingerire, ha ingerito farmaci, alcool, sapone, si è tagliata e buttata dalla finestra, preso droghe). Grazie per eventuali pareri

    • Questo topic è stato modificato 1 mese fa da cate68.
    #4742
    Marina
    Partecipante

    Ciao,

    Puoi opporti alle dimissioni. Anzi te lo consiglio vivamente. Trovi tutta la procedura che deve essere seguita alla lettera, nei modi e nei tempi previsti.  C’è anche una associazione che ti può aiutare a farlo.

     

    Nomina anche un legale che ti aiuti a nominare un amministratore.

    Se hai bisogno scrivi !

    Marina

    #4743

    La pz raggiungendo la maggiore eta’ dovra’ comunque cambiare la comunita’. Il CPS di Competenza quando e’ maggiorennte la puo’ inserire in una comunita’ per adulti. Sempre che la pz lo voglia poiche’ quando diventa maggiorenne per legge puo’ deciderei lei che cosa vuole fare, anche se ha disturbi “mentali”.

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a -2 (di -2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.