VITTIME DELLA 180
Le testimonianze che mostrano come la 180 sia inefficienza, crudeltà, sfruttamento, superstizione

Coma farmacologico ?

Ho una figlia 23enne psicotica. Si ammalò tre anni fa. Aveva deliri di persecuzione. Diceva che io l’avevo violentata da bambina e che sua mamma aveva tentato di ucciderla. Alla fine del 2015 tentò il suicidio con le pastiglie di olanzapina ordinatele da uno psichiatra libero professionista. Nel reparto di rianimazione le indussero il coma farmacologico. Una volta fuori pericolo fu portata al Diagnosi e Cura, dove dimostrò subito un netto miglioramento, che continuò nei tre mesi successivi nella struttura riabilitativa. Fu trattata per un breve periodo con il risperidone e poi con lo xeplion dépot, che rimase la sua terapia principale anche dopo la sua dimissione, quando era seguita dal servizio territoriale. Nel 2016-17 riuscì a riprendere gli studi in un corso serale e a diplomarsi con un buon voto. Decise di interrompere la cura a metà giugno del 2017 e continuò a stare relativamente bene fino alla fine dell’anno. All’inizio del 2018 il crollo, con il ritorno del delirio e dell’impulso suicida. Da allora ha fatto la spola fra la struttura riabilitativa, il Diagnosi e cura e una clinica privata accreditata. Lo xeplion, con aggiunta periodica di risperidone, abilify e ultimamente di prozin, non hanno avuto effetto. Anzi, ultimamente è peggiorata e ora si trova al Diagnosi e Cura. Hanno appena incominciato con l’aloperidolo. Forse è l’ultima spiaggia. Ho manifestato il dubbio che alla fine del 2015 fosse stato risolutivo il coma farmacologico. Un bravo psichiatra che l’ha seguita non lo esclude. Lei cosa ne pensa?  Un’altra domanda. Ho visto sul sito un elenco molto parziale dei fatti di sangue causati dalla follia.. Ho l’impressione, leggendo le cronache, che la grande maggioranza degli omicidi, dei suicidi e delle violenze abbia una motivazione psichiatrica. Mi pare evidente, ad esempio, riguardo all’ultimo orrore avvenuto a Francavilla al Mare. Mi sbaglio? Nei paesi civili esistono sistemi di prevenzione meno lacunosi?  L’autorizzo a pubblicare senza i miei dati personali. Grazie.

Effettivamente le cure basate sul coma (elettroshock e coma insulinico) avevano a volte effetti eccezionali e non avevano nessun effetto collaterale. A tutt’oggi l’elettroshock è la cura più diffusa al mondo per le depressioni.

Sì, quasi tutti gli omicidi, le violenze ed i fatti di sangue hanno una motivazione psichiatrica, che viene però taciuta o dissimulata con espressioni del tipo “disagio psichico” o “problemi psicologici ” o “esaurimento nervoso” e simili.