VITTIME DELLA 180
Le testimonianze che mostrano come la 180 sia inefficienza, crudeltà, sfruttamento, superstizione

Moglie con psicosi o schizofrenia

Home Forum Lo psichiatra risponde Moglie con psicosi o schizofrenia

Stai visualizzando 4 post - dal 1 a -1 (di -1 totali)
  • Autore
    Post
  • #1346
    Dibalio
    Partecipante

    Buongiorno, mia moglie dopo una serie di sedute psicologiche in seguito ad una serie di comportamenti ossessivi compulsivi le è stato suggerito dal professionista di andare a fare una visita psichiatrica perchè a suo detto avrebbe bisogno di cure farmacologiche in quanto sospetta un disturbo delirante se non schizofrenia.
    Come da prassi a mia moglie le ho prospettato la visita ma è reticente verso qualsiasi medico in particolare la figura dello psichiatra, non c’è modo di convincerla ad andare a fare la visita. Come si può fare ?
    Grazie

    #1347

    Problema di difficile risoluzione. Di fatto più che dello psichiatra si teme una terapia farmacologica, considerata del tutto inopportuna.
    Se la situazione e’ invalidante per sua moglie si può’ insistere sul fatto che può’ migliorare se curata. Per altro verso si può passare al ….“ricatto” … dicendogli che se non si cura si sarà costretti ad un ricovero.
    Cordiali saluti !

    #1348
    Dibalio
    Partecipante

    Infatti quello che teme di più sono i frmarci forse perchè essendo del campo li conosce; il problema è che la vedo sta male non fa vita, sta sempre in casa con il suo nucleo di delirio il cellulare che tenta di nascondere ogni volta che mi muovo in casa, non ha rapporti sociali se non con me, ha alterato fortemente il ciclo sonno veglia, ora andrò a prendere contatto con il CSM e vedrò con loro se si può fare qualcosa che sia imbottirla di farmaci e farla vegetare ma curarla per darle la possibilità di vivere.

    #2230
    Dibalio
    Partecipante

    Buongiorno riscrivo dopo tanto tempo in questo forum perchè finalmente da ottobre 2019 ad adesso sono riuscito dopo tantissimi tentativi a far intervenire il centro di salute mentale competente per il caso di mia moglie, hanno eseguito una visita domiciliare da un mesetto circa dove con tutta la dolcezza del caso l’ho fatta incontrare in casa con i medici che ho accolto, mia moglie ha rifiutato davanti a loro la visita, ha minacciato di denunciarli e ha inveito contro di me con minacce varie, a quel punto il medico coordinatore dell’intervento ha deciso di applicare immediatamente il TSO o come lo ha detto lui a mia moglie un periodo di osservazione ospedaliero.
    Il TSO le è stato revocato dopo un giorno e mezzo perchè aveva accettato volontariamente il ricovero e la cura farmacologica, dopo circa 3 settimane di ricovero all’ospedale nel reparto di psichiatria mi è stato comunicato che è stata spostata in una struttura protetta, a tutt’ora però non sono chiaramente riuscito a vederla o parlarci dall’intervento in quanto lei non vuole avere contatti con me, ma la cosa peggiore è che l’ospedale nella figura del medico di reparto che l’aveva in carico non mi ha comuicato mai le condizioni di salute nè tantomeno la diagnosi o la struttura in cui è stata trasferita, di fatto non posso sapere alcunchè sulle condizioni si salute di mia moglie inaquanto lei ha negato il consenso di far avere sue notizie a me.
    Come posso fare ? E’ una situazione che già sto affrontando male perchè mi manca psicologicamente mia moglie e sono in casa da solo dopo tanti anni, faccio fatica a dormire la notte e in più non posso avere sue notizie.

    • Questa risposta è stata modificata 10 mesi, 4 settimane fa da Dibalio.
Stai visualizzando 4 post - dal 1 a -1 (di -1 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.